X hits on this document

274 views

0 shares

0 downloads

0 comments

40 / 50

Countries & Works Underway

Quali sono gli aspetti principali su cui vi siete focalizzati durante la visita con i ragazzi?

L'organizzazione Bonatti, per tra- mite degli Ingegneri Carassini e Bucci, non ci ha permesso di tra- scurare nessun aspetto del proget- to e del progresso delle lavorazioni in corso. Dalle opere di sostegno, agli allestimenti per la realizzazio- ne dei sottopassi, alle attività edili- zie, tutto ha destato interesse. Notevole è risultata l'attenzione alle opere di by-pass della sovra- struttura ferroviaria senza interru- zione dell'esercizio.

Questa visita non è il vostro pri- mo incontro con il mondo Bonat- ti, perché ci sono state visite ad altri cantieri e contributi in aula dell’Ing. Carassini e dei suoi uo- mini: come vi trovate lei e i suoi

le proprie esperienze, con efficacia didattica ed attenzione agli aspetti tecnici concretamente formativi. Università e grande Impresa, ognu-

colleghi a collaborare con i nostri no col proprio ruolo e con molto

ingegneri?

rispetto reciproco.

babilmente diverse problemati- che sfuggite allo stesso grande architetto. Il cantiere STU, per tempi di realizzazione, ubicazio- ne, interferenze e vincoli, può a ragione essere additato come esempio di come l'Impresa sia chiamata a spendersi per il coor- dinamento di numerose attività con l'attenzione e la precisione di un orefice. Credo che la fasatura delle lavorazioni, invisibili all'u- tenza ed alla cittadinanza, sull'as- se ferroviario più importante di Italia, sia un risultato di non poco conto.

No, non è stato il primo incontro, e non credo si sia trattato dell'ulti- mo. Ritengo che questo tipo di collaborazioni siano alimentate dall'entusiasmo nel trasferire le conoscenze senza inutili autocele- brazioni. La Bonatti si è presentata agli Allievi Ingegneri sempre con lo spirito di comunicare e trasmettere

Cosa ci può dire da accademico del nostro cantiere STU e più in generale di questo importante progetto?

Il progetto è nato ambizioso per diversi aspetti. Sotto la matita di Oriol Bohigas vi erano molto pro-

Un’altra veduta del cantiere; sopra i ragazzi si muovono all’interno della zona dei lavori accompagnati dal personale Bonatti.

40

Document info
Document views274
Page views323
Page last viewedThu Dec 08 00:45:46 UTC 2016
Pages50
Paragraphs603
Words15183

Comments