X hits on this document

259 views

0 shares

0 downloads

0 comments

48 / 50

People

Credo che questo sia dovuto a molteplici aspetti tra cui il basso turnover di personale , al mix corretto tra senior e junior , al tipo di commesse eseguite. C’è una grande conoscenza tecnica acquisita, ma anche una situazio- ne che definirei “poco rock”; vedo, insomma, un potenziale elevato, ma lievemente statico: è come essere al volante di una Ferrari e non avere la convinzione di poter correre a Monza. Da oggi partiamo invece con inie- zioni di iniziative fresche in grado di stimolare in profondità l’am- biente e sono sicuro che a Monza ci correremo ben presto.

Quali sono i punti-cardine per un’efficace sinergia tra Bonatti e Carlo Gavazzi Impianti, capa- ce di creare un effettivo svilup- po del business nel settore au- tomazione?

diventeremo “collegati” al cliente e questo ci permetterà di capire le sue esigenze e i suoi percorsi, anticipando quasi i suoi bisogni per creare rapporti Bonatti- cliente di lungo periodo.

Al momento le altre linee di busi- ness di Bonatti vedono il settore dell’automation come una mera fornitura indifferenziata, che potrebbe essere più o meno simi- le a una fornitura di cavi o di strutture. Oggi, però, non è più sufficiente: deve essere vista come elemento di profitto futuro, come valore aggiunto al cliente. Vorrei riprendere un’espressione che esemplifica il concetto alla base della sfida che abbiamo di fronte: “dobbiamo entrare in casa del cliente”. Con l’automazione

Siamo in periodo di KIOGE, la fiera Oil & Gas più importante dell’Asia Centrale, e su Gavazzi Impianti Kazakhstan è riposta la massima attenzione. Quali sono gli obiettivi su que- sto brand, nato dall’unione tra il nome Gavazzi e l’esperienza Bonatti nel Paese?

Gavazzi Impianti Kazakhstan, creata per dare un servizio di ingegneria e management, sta operando su uno dei più grandi progetti di Bonatti nel Paese ka-

zako e ha come primo obiettivo quello di consolidarsi nel tessuto locale, appunto, come società capace di sviluppare ingegneria e servizi di management di base e di dettaglio di tipo elettrostru- mentale. Questo ci permetterà di fornire in anticipo al nostro Gruppo le ne- cessità di realizzazione nel Paese, diventando il nostro “termometro” del mercato kaza- ko anche per le atre Business Unit.

La sede di Carlo Gavazzi Impianti a Marcallo con Casone; in alto l’entrata della filiale Bonatti di Atyrau (Kazakhstan), sede di Gavazzi Impianti Kazakhstan; sotto i marchi di Carlo Gavazzi Impianti e il nuovo logo di Gavazzi Impianti Kazakhstan.

48

Document info
Document views259
Page views308
Page last viewedMon Dec 05 10:41:18 UTC 2016
Pages50
Paragraphs603
Words15183

Comments