X hits on this document

280 views

0 shares

0 downloads

0 comments

9 / 50

Claudio Sanzo si occupa della manutenzione di edifici di proprietà dell’azienda e in concessione. Per il nuovo impianto ha seguito e coordinato direttamente i lavori per Bonatti. Gli abbiamo fatto qualche domanda.

Claudio, quali sono le fasi princi- pali dei lavori?

Tutto si è svolto in modo regolare e lineare, con accantieramento, bonifica, messa in sicurezza dell’a- rea. Poi abbiamo bonificato le lastre di Ethernit, rimuovendole tramite incapsulamento e asporta- to la lana di roccia sottostante. Dopodiché i materiali sono stati calati a terra sui camion e traspor- tati in discarica per lo smaltimen- to. Si trattava di materiali pericolosi a livello ambientale: per le opera- zioni di smaltimento ci siamo rivol- ti a una società certificata che ha impiegato personale qualificato allo scopo. Successivamente abbiamo posato i pannelli a sandwich di copertura (PVDF 6/10), i lucernari in policar- bonato trasparenti e le relative lattonerie. Per quanto riguarda i pannelli va segnalato che sono garantiti 20 anni sulla verniciatura. Di seguito è stata effettuata la posa dei pannelli fotovoltaici.

Ci puoi raccontare qualcosa del nostro nuovo impianto fotovol- taico?

Il nuovo impianto sarà gestito con 18 inverter. Questo ci consentirà di avere il massimo controllo su

tutte le “stringhe” e, quindi, ci darà una capacità di intervento mirata. Mi spiego meglio: in caso di eventuali problematiche sarà possibile escludere una zona del- l’impianto senza perdere capacità di produzione nelle altre parti, mantenendo, così, sempre la resa ottimale. Abbiamo intenzione di montare nell’atrio dell’azienda un monitor che ci darà in tempo reale i dati sulla produzione di energia. L’impianto è di tipo totalmente integrato e usufruisce della miglio- re tariffa incentivante. È di tipolo- gia “scambio sul posto” ed è stato montato, insieme alle altre parti

del nuovo tetto, da Isomec, spe- cializzata nelle lavorazioni sui tet- ti industriali.

Per quanto riguarda la gestione e la manutenzione?

È un impianto robusto e lo gestire- mo completamente effettuando regolarmente i controlli periodici previsti dal costruttore. Questi specifici pannelli fotovoltai- ci sono garantiti 5 anni, così come gli inverter ed è garantito il 90% di capacità minima di produzione ai 10 anni e l’80% a 25 anni dall’in- stallazione.

Claudio Sanzo e il nuovo tetto; sopra, le gru al lavoro.

9

HSE

Document info
Document views280
Page views329
Page last viewedThu Dec 08 12:15:59 UTC 2016
Pages50
Paragraphs603
Words15183

Comments