X hits on this document

168 views

0 shares

0 downloads

0 comments

70 / 70

fatto due! Evviva ha perso, di nuovo, intonano certi cori di falsi eunuchi.

Un tuono fragoroso scoppia improvviso; un lampo saetta da un capo all’altro; il Tempo è stupito; lo Spazio è basito; poi una nebbia si alza uggiosa, ma dura un tempo o due, ed è subito spazzata via da un colpo di vento impetuosissimo; e uno schianto nelle viscere della terra, o in quelle di Gigi, attesta la sua presenza, prepotentemente: E la chiesa traballa, quindi gira e si capovolge e si rigira, e allora, Gigi, o la sua ombra, accaldato, impermalito, sudato e impettito- sputando saliva nera e rossa – con certosina calma euforica, raccoglie tutto: pavimento, soffitto, pareti, volta, archi, abside, li arrotola, se li mette sotto il braccio e, accompagnato da un ritornello - fiducioso: “Giro, giro tondo, quanto è bello il mondo…” che ode fischiettato in lontananza, ma forse più come idea che col pensiero, egli corre e gira in tondo, ispezionando con un feroce ghigno sardonico, la chiesa ridiventata nuovamente bianca, nuda e grezza. Poi, improvvisamente, ricordandosi libero, colmo di folle ebbrezza, va e si precipita verso il tramonto- inseguito da una scia profumata che sa di ginestra.  

E un ululato di sirene si ode in lontananza…

Fine.

Document info
Document views168
Page views168
Page last viewedSat Dec 03 12:13:51 UTC 2016
Pages70
Paragraphs2129
Words45296

Comments