X hits on this document

PDF document

Un evento speci ico per confrontarsi su come: - page 3 / 5

14 views

0 shares

0 downloads

0 comments

3 / 5

NTROLLO INTERNO per prevenire i reati alla luce del D. Lgs. n. 231/2001

CASE STUDY

CASE STUDY

Mercoledì, 26 febbraio 2003

Chairman: Alessandro De Nicola Avvocato - Partner STUDIO LEGALE TRIBUTARIO associated with ERNST & YOUNG

9.00 Apertura dei lavori a cura del Chairman

    • 9.15

      IL DECRETO LEGISLATIVO 231/2001: ANALIZZARE LE VICENDE MODIFICATIVE DELLENTE E LA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO

      • Quali sono le vicende modificative dellEnte:

        • -

          Cessione

        • -

          Fusione

        • -

          Trasformazione

      • Decreto Legislativo 231/2001 e riforma del Diritto Societario: le norme transitorie

      • Decreto Legislativo 231/2001 e Reati Societari

Fulvia Astolfi Avvocato STUDIO LEGALE LOVELLS

10.00 LE LINEE GUIDA E IL LORO IMPATTO SULLA CORPORATE GOVERNANCE

  • Le linee guida di Confindustria

  • Le linee guida delle associazioni di categoria

  • Eventuale distacco dalle linee guida

  • Lo stato della Corporate Governance

  • In particolare la funzione dellInternal Audit

  • Il nuovo ruolo dellOrganismo di Controllo

Alessandro De Nicola Avvocato - Partner STUDIO LEGALE TRIBUTARIO associated with ERNST & YOUNG

10.45 Coffee break

11.00 ATTUARE IL D. LGS 231/01 IN UNA COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI: IL CASO DEL GRUPPO SAI

  • La mappatura dei rischi

  • Lidentificazione delle "attività sensibili"

  • Come monitorare i sistemi di controllo

  • Analizzare i compiti e la collocazione dellorganismo

di Vigilanza

  • Implementare il decreto a livello di Gruppo

Angela Pasetti Responsabile Auditing Assicurativo GRUPPO SAI

12.00 APPLICARE IL D. LGS 231/2001 IN BANCA: IL CASO DEUTSCHE BANK

  • La mappatura dei rischi nel settore bancario

  • Gap analyis: come rilevare le aree e i rischi non adeguatamente presidiati

  • Come effettuare lelaborazione dei modelli organizzativi aziendali

  • Come individuare lOrganismo di Controllo

Giacomo Scaringi Internal Audit DEUTSCHE BANK

13.00 Colazione di lavoro

enze@iir-italy.it - www.iir-italy.it

14.30 LA COSTRUZIONE DEL MODELLO

CASE STUDY

ORGANIZZATIVO EX D. LGS. 231 NEL QUADRO DEL CORPORATE COMPLIANCE PROGRAM: IL CASO RAS

  • Lorientamento etico quale elemento costitutivo dellidentità Ras

  • Come definire finalità, ambito e caratteri distintivi del Corporate Compliance Program

  • Come utilizzare la ricognizione autovalutativa su rischi e controlli quale metodologia di costruzione del modello di prevenzione

  • Come prospettare levoluzione nellassetto organizzativo e nei poteri, responsabilità e compiti della funzione

Audit Mauro Di Gennaro

Giovanni Bruno

Direttore Revisione Interna di Gruppo

Direttore Coordinamento Metodologie di Revisione di Gruppo

RAS

CASE STUDY

    • 15.30

      LA MAPPATURA DELLE AREE A RISCHIO-REATO E SISTEMA SANZIONATORIO, ANALISI DELLASSETTO AZIENDALE ALLA LUCE DEL D. LGS. 231/2001: IL CASO BANCA SELLA

      • Come impostare un sistema sanzionatorio

      • Definire le sanzioni in funzione dellillecito

      • Come applicare concretamente ed efficientemente le sanzioni stabilite

      • Quali influenze riveste il modello di organizzazione sulla struttura aziendale

      • Definire le funzioni aziendali e lattribuzione dei compiti

      • I vuoti di potere e le sovrapposizioni di competenze

      • Come evitare le concentrazioni di potere

Caterina Sella Consulente Legale BANCA SELLA

    • 16.15

      Tea break

    • 16.30

      COME SI CONFIGURA IL D. LGS. 231/2001 NEL CONTESTO DEI PRINCIPI STABILITI DAL COMITATO DI BASILEA

      • Quali sono gli aspetti definitori delle tipologie di rischio

      • Analizzare il rischio sistemico

      • Individuare la filiera delle responsabilità

      • Il D. Lgs. 231/2001 e le implicazioni con i principi di Corporate Governance

      • Qual è il quadro regolamentare di Banca dItalia: una esemplificazione organizzativa

Alfredo Parisi Responsabile Servizio Auditing BANCA ANTONIANA POPOLARE VENETA

    • 17.15

      Chiusura dei lavori del Convegno Al termine di ogni intervento è previsto uno spazio per le domande del pubblico Conference Producer: Dott.ssa Vita Silibello UNOPPORTUNITÀ PER FARSI CONOSCERE La conferenza costituisce loccasione ideale per raggiungere nuovi clienti, stabilire preziosi contatti con potenziali partner, acquisire maggiore visibilità sul mercato. Se la Sua Società è interessata a:

      • allestire uno spazio espositivo

      • acquistare spazi pubblicitari allinterno degli Atti del convegno

      • sponsorizzare coffee break e colazioni

contatti Mariella Fossi al n° 0258113375 - mfossi@iir-italy.it Si unisca alle oltre 400 Aziende che hanno scelto le nostre formule pubblicitarie per promuovere la loro immagine!

Document info
Document views14
Page views14
Page last viewedSat Dec 10 18:53:37 UTC 2016
Pages5
Paragraphs372
Words2535

Comments