X hits on this document

15 views

0 shares

0 downloads

0 comments

2 / 7

a meno di rimanere estasiato dalla cascata di immagini, musiche e suggestioni che lo investono e lo inebriano nell'anima e nel corpo. La grande battaglia nel fosso di Helm, sotto le mura di Rohan, oltre a far rivivere con enfasi e trasporto il romanzo di Tolkien, è semplicemente la più spettacolare, colossale e impressionante battaglia mai girata da una macchina da presa, e il merito è tutto della magistrale, superba,

potente ed oscura regia di Peter Jackson. "

" è l'episodio più tenebroso e

pessimista, decisamente più violento e cattivo del primo, rispetta e supera le aspettative sia dal punto di vista emozionale che nella caratterizzazione dei personaggi: Gollum, candidato dallo stesso Jackson all'Oscar come miglior attore non protagonista, nonostante sia "solo" un prodigioso effetto speciale realizzato sulle movenze dell'attore Andy Serkis, rappresenta uno dei personaggi centrali del secondo romanzo di Tolkien, stremato da una profonda lotta interiore, totalmente asservito al potere dell'Anello, devastato nel fisico e distorto nella mente, allo stesso tempo spietato e sincero, buono e cattivo, odioso e penoso. Per i 179 minuti della durata della pellicola si ha il piacere di godere di effetti speciali assolutamente strepitosi, ambientazioni favolose e spiazzanti, musiche bellissime, il tutto da sontuoso contorno ad un cast che si riconferma superlativo e di primissimo livello e che sarebbe davvero oltraggioso non gratificare almeno con un premio Oscar, molto appropriato a nostro avviso tra le mani di Sir Ian McKellen e il bastone magico di Gandalf, la sua stupenda interpretazione. Ottima anche la sceneggiatura e la ricostruzione del libro di Tolkien, realizzata del resto da un grandissimo fan dell'opera quale è Peter Jackson, anche se in questo secondo episodio gli eventi paiono a volte scorrere un po’ sommariamente, lasciandoci dei piccoli vuoti quali la vera identità di Gollum, la natura e la psicologia di Barbalbero e degli Ent e altre piccole peculiarità proprie esclusivamente dell'opera

originaria. "

si conferma all'altezza de "

", a

tratti sicuramente più spettacolare ed avvincenente, entrambi si assurgono a

della storia del cinema. Non resta

che aspettare "

" e dei suoi

beniamini: il viaggio verso il monte Fato

continua...

Critica: "Film d'autore che sa raccontare la battaglia per liberarsi dal Male. Effetti

speciali

sontuosi,

ambientazioni

devastanti, cast superlativo con Wood, Holm, Christopher Lee e McKellen magniloquenti e capaci di muovere l'aria con uno sguardo. Musica bellissima.

Document info
Document views15
Page views15
Page last viewedMon Dec 05 03:46:18 UTC 2016
Pages7
Paragraphs84
Words2094

Comments