X hits on this document

PDF document

Società multiculturale e cittadinanza nel tempo della globalizzazione. I casi di Modena e ... - page 101 / 106

419 views

0 shares

0 downloads

0 comments

101 / 106

PROGETTO n.5 - Progetto per Modena Scuola di specializzazione in mediazione interculturale per operatori sanitari

Le ricerche dello Tahar Ben Jelloun nel suo libro La plus haute des solitudes o di Abdelmalek Sayed in La doppia assenza, o dell’etnopsichiatra Tobie Nathan, hanno dimostrato che l’immigrazione si accompagna sempre non solo al disagio sociale ma anche a quello psicologico. Questo disagio può comportare lo sviluppo di malattie nervose come la depressione, o di quelli che oggi si dicono in psichiatria fenomeni di personalità multipla, vale a dire il fatto di vivere identità diverse, fatto che può generare conflitti e turbe del comportamento. La maggiore conflittualità interviene frequentemente all’interno della famiglia immigrata, quando i figli, spesso nati nel paese d’accoglienza, si sono integrati secondo modelli culturali locali che però possono entrare in conflitto con i modelli della famiglia tradizionale: in questo caso l’intervento di una mediazione si rivela di estrema importanza. L’idea è quella di creare una scuola di specializzazione per operatori sanitari. Questa scuola potrebbe essere concepita in partenariato con la facoltà di medicina di Modena, e lo scopo sarebbe duplice: 1 – introdurre nel ciclo di formazione delle conoscenze dirette provenienti da questi mondi, sia nell’ambito dell’antropologia culturale che in quello della tipologia delle malattie, per evidenziare quale sia il rapporto fra malattia-patologie e culture 2- costruire un sapere in grado di intervenire nella relazione tra patologia e immigrato, quando persiste una incomunicabilità fra il malato e l’operatore sanitario.

Document info
Document views419
Page views419
Page last viewedTue Jan 24 11:43:05 UTC 2017
Pages106
Paragraphs765
Words24781

Comments