X hits on this document

PDF document

Società multiculturale e cittadinanza nel tempo della globalizzazione. I casi di Modena e ... - page 27 / 106

280 views

0 shares

0 downloads

0 comments

27 / 106

l'associazione volontaria siano il solo modo, o il modo migliore, per affrontare il pluralismo religioso ed etnico, come è avvenuto per le comunità protestanti presenti in alcune società: si deve dimostrare la validità del modello in diversi contesti. Ma un bilancio critico dei vari regimi di tolleranza - sia nelle versioni teoriche che in quelle reali - è utile perchè porta ad alcuni risultati teorici interessanti. Walzer (1997) individua in Occidente cinque diversi assetti politici che hanno favorito la tolleranza, che rappresentano cinque modelli di società tollerante: gli imperi multinazionali, le società internazionali, le confederazioni, gli stati nazionali, le società di immigrati.

Imperi multinazionali

Comprendono i grandi imperi dall'antichità al XX secolo, sino all'Unione Sovietica. Nei grandi imperi dell'antichità - Persia, Egitto dei Tolomei, Roma - i vari gruppi costituiscono comunità autonome o semiautonome di natura politica o giuridica come pure culturale e religiosa, che si autogovernano in un'ampia gamma delle loro attività. Tali gruppi non hanno altra scelta che quella di coesistere l'uno accanto all'altro, poichè le loro interazioni sono governate dai burocrati imperiali sulla base di un codice - nell'impero romano lo jus gentium, concepito per mantenere un minimo di equità - senza interferire con il funzionamento interno delle varie comunità autonome. Gli imperi multinazionali dell'antichità tollerano dunque modi di vita diversi e possono considerarsi regimi in cui vige la tolleranza. Gli imperi riconoscono i gruppi, non gli individui. Nei regimi imperiali la sopravvivenza delle varie comunità non dipende dall'accettazione ufficiale

Document info
Document views280
Page views280
Page last viewedWed Dec 07 23:10:24 UTC 2016
Pages106
Paragraphs765
Words24781

Comments