X hits on this document

Word document

RELAZIONE GENERALE - page 2 / 41

118 views

0 shares

0 downloads

0 comments

2 / 41

1.Criteri utilizzati per trasferire sul piano contrattuale e costruttivo le soluzioni architettoniche e per motivare le scelte progettuali esecutive.

Introduzione

La grande torre faro progettata da Leonardo per il castello di Milano, ancorché non costruita, illuminava idealmente, dall'alto della propria colossale dimensione, le rocche lombarde e ancor oggi, a distanza di secoli, ne costituisce il riferimento mitico, uscendo dalle pagine del Codice Atlantico e guidando il censimento delle fortificazioni decadute, trasformate e abbandonate, scomparse.

La vicenda architettonica del castello di Novara è segnata da una progressiva serie di addizioni e demolizioni che si susseguono, a partire dal tracciato murario della città romana con cui sostanzialmente il primo fortilizio coincide, attraverso i successivi accrescimenti medioevali e rinascimentali e fino alle addizioni carcerarie ottocentesche (in parte ora demolite) che ne hanno definitivamente segnato il carattere disomogeneo.

Un cantiere secolare, intervallato da lunghe immobilità e improvvisi sussulti edificatori.

Oggi un carattere definito permane nelle due ali Est e nord, coincidenti con i diversi accrescimenti viscontei, a partire dalla Turrisella, mentre il lato sud è occupato in parte da fabbricati di servizio, alcuni in stato di rovina, attestati sulle fortificazioni merlate e il lato ovest, corrispondente a uno dei lati del castrum romano, è stato completamente demolito, ad eccezione di un frammento isolato di epoca medioevale.

Gli scavi effettuati hanno consentito di individuare, proprio su questo lato, l’antico tracciato romano sotterraneo di impianto originario, esattamente collocato sulla direzione ove permane il frammento medioevale in alzato.

Document info
Document views118
Page views118
Page last viewedSat Dec 10 18:31:41 UTC 2016
Pages41
Paragraphs294
Words8864

Comments