X hits on this document

Word document

RELAZIONE GENERALE - page 26 / 41

116 views

0 shares

0 downloads

0 comments

26 / 41

Luci ordinarie: L'illuminazione dei singoli locali sarà realizzata con l'utilizzo di appositi faretti da blindo installati sui blindo posizionati a forma di rettangolo al centro di ogni sala.

L'illuminazione e la relativa intensità luminosa prevista (modulabile mediante appositi circuiti), sarà tale da permettere:

la visita dei locali, da parte del pubblico anche in orario notturno

mediante il circuito "notturno" il controllo giornaliero/serale/notturno da parte dei igilantes e/o custode

sempre mediante il circuito notturno   la regolare funzionalità dell'impianto di videosorveglianza

Luci ad effetto: Sarà realizzato, per ogni singola sala, un impianto di illuminazione teso a mettere in risalto ed evidenziare i manufatti che saranno esposti nelle varie sale, mediante appositi faretti alimentati da blindo posizionati a rettangolo lungo il centro di ogni singola sala (saranno gli stessi usati per la luce ordinaria) Detta illuminazione, con accensioni previste per ogni singolo blindo, permetteranno di illuminare ogni singolo manufatto esposto. Non potendo conoscere a priori la quantità e la posizione di ogni singola "opera" esposta, si è optato per l'utilizzo del blindo il quale essendo molto flessibile permette lo spostamento dei singoli faretti ove servono, ma anche, se necessario,  l'aumento dei faretti stessi.

Luci di emergenza:  Trattandosi di locali adibiti alle visite e quindi con presenza di pubblico, in caso di mancanza energia elettrica, è stato previsto l'intervento automatico ed immediato di un apposito impianto di illuminazione di emergenza, costituito da appositi faretti  (simili a quelli delle luci ordinarie ma posati su apposite piantane da

Document info
Document views116
Page views116
Page last viewedSat Dec 10 16:36:44 UTC 2016
Pages41
Paragraphs294
Words8864

Comments