X hits on this document

Word document

BOZZA INCOMPLETA - page 19 / 82

202 views

0 shares

0 downloads

0 comments

19 / 82

Notare che i servizi comprendono sia il lavoro prestato che i prestiti effettuati dalle famiglie alle imprese e quindi che il reddito delle famiglie deriva sia da retribuzione del lavoro sia dall’interesse percepito sulle somme prestate). I pagamenti dalle famiglie alle imprese sono esborso dal punto di vista delle famiglie e ricavo dal punto di vista delle imprese. Nel modello proposto (che è semplificato e quindi non introduce tutte le grandezze definite alla voce macroeconomia) si adottano una serie di ipotesi semplificatrici:

-

tutta la produzione viene dalle imprese e tutti i fattori10  vengono dai consumatori;

-

l’unica fonte di reddito per i consumatori è rappresentata dalla vendita alle imprese dei fattori in loro possesso;

-

il reddito è speso interamente nei prodotti venduti dalle imprese;

-

i coefficienti tecnici di produzione sono fissi.

L’equilibrio implica che il flusso monetario dalle imprese alle famiglie è uguale al flusso totale dei pagamenti dalle famiglie alle imprese.

Un sistema è in equilibrio generale quando i prezzi relativi e le quantità scambiate consentono, a tutti i soggetti economici, di effettuare gli scambi desiderati. Tra i fattori d’impedimento comunemente citati ricordiamo: l’inefficienza del sistema, la pubblicità, le mode11.

Alcune teorie semplificate dell’equilibrio sono esposte alle voci TEORIA GENERALE DELL’EQUILIBRIO SEMPLIFICATA e ANALISI INPUT OUPUT. Nel seguito ci poniamo la questione più generale di quale sia il tasso di interesse i e il livello di reddito Y di un sistema economico. Keynes diede una risposta basata su due mercati: il mercato delle merci e il mercato della moneta.

EQUILIBRIO DEL MERCATO DELLE MERCI

L’equilibrio del mercato delle merci è dato dalla cosiddetta curva IS,

EQUILIBRIO DEL MERCATO DELLA MONETA

L’equilibrio del mercato della moneta è dato dalla curva LM.

Per farci un’idea di come cambiano il tasso di interesse e il livello di reddito osserviamo che la curva IS dedotta dall’equilibrio sul mercato delle merci mostra una dipendenza inversa tra reddito e tasso d’interesse; al contrario la curva LM dedotta dall’equilibrio del mercato della moneta mostra una dipendenza diretta tra il reddito e il tasso d’interesse.

La curva IS e la curva LM pongono condizioni di equilibrio e pertanto non descrivono comportamenti, né rappresentano ciò che accade, come è invece il caso della curva di  domanda e della curva dell’offerta.

Per i keynesiani la curva IS è poco elastica rispetto al saggio di interesse mentre al curva LM tende a diventare infinitamente elastica all’aumentare del saggio d’interesse (trappola di liquidità).

Per i neoclassici, invece, la curva IS determina il tasso di interesse mentre le variazioni del tasso d’interesse non influenzano la domanda di moneta.

10 Questo implica che non si considerano beni intermedi.

11 Si potrebbe osservare che pubblicità e moda anche se forzanti hanno comunque per effetto una domanda desiderata dal consumatore e quindi non sono un impedimento al conseguimento dell’equilibrio, ma una sua determinante.

18/11/2002

Document info
Document views202
Page views202
Page last viewedThu Dec 08 08:04:19 UTC 2016
Pages82
Paragraphs1460
Words27465

Comments