X hits on this document

Word document

BOZZA INCOMPLETA - page 26 / 82

189 views

0 shares

0 downloads

0 comments

26 / 82

La riduzione degli investimenti può causare anche una riduzione del livello dei consumi.

e l’Autorità monetaria sceglie di controllare l’offerta di moneta, fluttuazioni nella domanda di moneta danno luogo a fluttuazioni dei tassi di interesse.

Se l’Autorità monetaria sceglie di controllare i tassi d’interesse fluttuazioni nella domanda di moneta comporteranno che questa agisca sulla l’offerta di moneta, per mantenere il desiderato tasso d’interesse.

EQUILIBRIO DEL CONSUMATORE

Vedi  PANIERE DEL CONSUMATORE

ESBORSO

ESBORSO DEL CONSUMATORE

L’esborso puntuale13 del consumatore è definito come il costo sostenuto (ovvero la spesa complessiva affrontata) dal consumatore per un acquisto e quindi è pari al prodotto della quantità acquistata per il prezzo corrisposto. Questa grandezza è d’interesse per la determinazione del surplus del consumatore.  Naturalmente il suo andamento dipende da quello della curva di domanda. Se il prezzo fosse costante, l’esborso sarebbe semplicemente proporzionale alla quantità acquistata.

Se la curva di domanda è tale che il prezzo della domanda scende molto velocemente con la quantità domandata si può arrivare al seguente apparente paradosso: si accetta una quantità maggiore di bene solo se la somma sborsata si riduce; vuol dire che dopo il punto di massimo aumentare ulteriormente la disponibilità di quel bene per il consumatore è un danno che vuole sia compensato da una riduzione di spesa.

Per eliminare l’anomalia dell’esborso decrescente occorrerà rallentare la caduta del prezzo con la quantità. Nell’esempio si è apportata la necessaria riduzione alla derivata negativa in modo

13 L’aggettivo puntuale sta a  indicare che si considera la funzione esborso in corrispondenza ad un dato valore della variabile indipendente (in questo caso tipicamente la sua quantità) e non il valore medio in un dato intervallo di detta variabile indipendente. Analoghe distinzioni tra valore puntuale e valore medio si introducono per l’elasticità.

18/11/2002

Document info
Document views189
Page views189
Page last viewedTue Dec 06 09:19:09 UTC 2016
Pages82
Paragraphs1460
Words27465

Comments