X hits on this document

Word document

BOZZA INCOMPLETA - page 52 / 82

191 views

0 shares

0 downloads

0 comments

52 / 82

Descrizione tradizionale  2.1

Una combinazione di fattori produttivi dipendente dalla tecnologia  di cui l’impresa dispone e guidata da un imprenditore che li combina al meglio per produrre beni  e/o servizi, venderli e generare profitto.

L’impresa opera sul mercato del quale rappresenta il lato offerta.

Fine dell’impresa è massimizzare i profitti, ma non tanto quelli correnti o di  breve periodo, quanto piuttosto quelli relativi ad un determinato arco di tempo, opportunamente attualizzati. In realtà si deve più esattamente parlare di profitti attesi, cioè stimati sulla base di valutazioni di probabilità perché non è possibile sapere con certezza come andranno i profitti a seguito di certe decisioni.

L’impresa si presenta sotto diverse forme quanto ad assetto della proprietà.

Dal punto di vista della tipologia di attività (e soprattutto della normativa che le regole) le imprese si distinguono in:

 -      società operanti nella produzione di beni o nella prestazione servizi non finanziari

-

società operanti nella gestione di altre imprese (finanziarie di partecipazione o holding) o nella prestazione di servizi finanziari (istituti finanziari quali le banche).

Il valore dell’impresa dipende: dalle risorse di cui dispone; dalla sua capacità di produrre reddito; dal prezzo che riesce a spuntare sul mercato.

Vedi anche:

QUIZ 1; QUIZ 2

Impresa come sistema   2.6

Applichiamo all’analisi economica alcuni concetti tipici dell’ingegneria dei sistemi. Le componenti del sistema impresa da un certo punto di vista sono i fattori produttivi (ivi inclusi il lavoro, i materiali, la tecnologia)

L’impresa interagisce con l’ambiente esterno e trasforma le risorse in prodotti per ricavarne profitto secondo lo schema semplificato seguente:

Prodotti

Fattori

Mercato di  acquisto dei fattori

Azienda

Mercato di  vendita dei prodotti

Ricavi

(denari incassati)

Costi

(denari pagati)

L’impresa come sistema di trasformazione di risorse e il profitto

L’impresa mira al profitto sul mercato attraverso il rendimento della sua attività che deve essere maggiore dell’unità se l’impresa deve sopravvivere e generare ricchezza:

                                                     Ricavi

rendimento dell’impresa      =           >  1.

                                                     Costi

La capacità di generare profitto sarebbe meglio fosse permanente; deve essere almeno tendenziale. Per esempio, l’obiettivo di avere un rendimento maggiore di 1 può non essere colto nel primo periodo di vita di un’azienda, ma occorre che lo si consegua appena possibile. Oppure durante la propria vita l’impresa può avere momenti di difficoltà durante i quali consuma ricchezza, ma occorre che tali periodi siano superati celermente e che la ricchezza prodotta successivamente compensi ampiamente la fase in cui la ricchezza è stata invece consumata.

L’impresa e l’ambiente

Tutto questo avviene in un contesto, cioè nell’ambiente del quale l’impresa è parte, nei suoi risvolti:

18/11/2002

Document info
Document views191
Page views191
Page last viewedTue Dec 06 17:31:10 UTC 2016
Pages82
Paragraphs1460
Words27465

Comments