X hits on this document

Word document

BOZZA INCOMPLETA - page 66 / 82

231 views

0 shares

0 downloads

0 comments

66 / 82

Dal punto di vista dell’azienda investimento è l’acquisto di beni di investimento cioè di beni riconducibili alle categorie di beni destinati alla produzione, nonché durevoli e in quanto tali suscettibili, a fronte di un esborso immediato per il loro acquisto, di un utilizzo protratto nel tempo. Possono essere investimenti materiali o immateriali con la stessa logica descritta relativamente alle immobilizzazioni tecniche,  la voce di  bilancio dove i beni d’investimento sono registrati.

Dal punto di vista delle famiglie è investimento l’acquisto di un bene durevole il cui utilizzo possa essere ripetuto per un significativo lasso di tempo. Per i beni durevoli si pone, anche dal punto di vista pratico, la possibilità di rivendita e quindi, in un’accezione semplificata, si applicano i concetti di ammortamento e di valore residuo. Per esempio, nel caso di un’automobile il valore residuo è quello registrato dalle riviste specializzate che danno le quotazioni dell’usato; il concetto di ammortamento è legato alle somme che periodicamente una famiglia mette da parte per poter al momento giusto ricomprare una macchina nuova quando l’attuale sarà inservibile o comunque da sostituire.

Dal punto di vista macroeconomico  l’investimento totale è dato dalla somma degli investimenti fatti dai singoli soggetti economici. Vale l’uguaglianza Investimenti = Risparmio, nonché l’uguaglianza  Investimenti = Beni strumentali prodotti  +  Scorte dei beni di consumo

Decidere di effettuare o meno un investimento comporta prendere in considerazione parametri quali il prezzo d’acquisto del bene strumentale, i costi da sostenere per la produzione e i ricavi che si prevede35 di ottenere vendendo i prodotti. Per tenere conto della circostanza che i flussi in entrata e in uscita sono distribuiti nel tempo occorre adottare una procedura descritta alla voce  VALUTAZIONE PROGETTI D’INVESTIMENTO.

Gli investimenti sono motivati dall’attesa di un ritorno (ossia dall’interesse). Se aumenta il volume globale degli investimenti, il tasso d’interesse possibile (che si riesce a conseguire) diminuisce36: un modo elementare di comprendere la situazione è quello di immaginare cha gli investimenti “buoni” finiscono rapidamente e se si hanno ancora danari da investire occorrerà accontentarsi di accettare anche quelli meno buoni. La funzione che descrive questa situazione è detta curva di opportunità di investimento.

35 Per prevedere i ricavi occorre considerare: la situazione attuale; i possibili sviluppi futuri della domanda e dell’offerta dei beni che s’intende produrre; i possibili sviluppi del mercato per i beni succedanei; la possibile evoluzione del progresso tecnico; i possibili andamenti del tasso d’interesse.

36 E’ una tipica situazione di curva di domanda se la si guarda dal punto di vista di chi riceve i denari investititi: se aumenta la quantità domandata (quantità di investimenti che si è disposti a ricevere), il prezzo (cioè l’interesse che si è disposti a pagare) scende.

18/11/2002

Document info
Document views231
Page views231
Page last viewedSun Dec 11 06:17:16 UTC 2016
Pages82
Paragraphs1460
Words27465

Comments