X hits on this document

Word document

BOZZA INCOMPLETA - page 69 / 82

205 views

0 shares

0 downloads

0 comments

69 / 82

negativo, ci dice di quante unità deve aumentare la disponibilità di un fattore a fronte della rinuncia di un’unità dell’altro fattore per lasciare inalterato il livello di produzione.

La porzione del piano x,y dove gli isoquanti soddisfano il vincolo appena indicato si chiama regione economica di produzione.

Vedi anche RETTA DI ISOCOSTO  DETERMINAZIONE DEL PUNTO DI OTTIMO DELLA PRODUZIONE     RENDIMENTO DI SCALA

IVA

Imposta sul valore aggiunto: si applica al prezzo di beni e al prezzo di servizi resi in un determinato lasso di tempo al di fuori di un rapporto di lavoro subordinato. E' caratterizzata dal pagamento frazionato dei soggetti in proporzione al valore aggiunto da ciascuno generato nelle diverse fasi dalla produzione al consumo: ad ogni successivo passaggio del bene o del servizio viene evidenziato in fattura l'importo dell'IVA, determinando per l'acquirente un IVA a credito (a credito in quanto detti beni e servizi saranno incorporati in qualcos’altro che sarà venduto), per il cedente un IVA a debito proporzionata al valore. Ciascun operatore economico versa in sostanza al fisco la differenza tra il proprio valore a debito e il proprio valore a credito che risulta proporzionato alla ricchezza (o meglio al valore) da questo creata. Il consumatore finale famiglia non può però esigere il proprio credito perché non ha attività produttive su cui “scaricarlo” come si dice in gergo.

18/11/2002

Document info
Document views205
Page views205
Page last viewedThu Dec 08 12:47:31 UTC 2016
Pages82
Paragraphs1460
Words27465

Comments