X hits on this document

Word document

BOZZA INCOMPLETA - page 77 / 82

307 views

0 shares

0 downloads

0 comments

77 / 82

LIFO (Last In First Out)

Modalità di contabilizzazione delle materie prime e dei semilavorati provenienti dal magazzino, nell’ipotesi che si tratti di lotti approvvigionati in tempi diversi e a costi diversi, ma con caratteristiche equivalenti.. A differenza del sistema FIFO si contabilizzano, per determinare i costi del prodotto finito, i costi dei semilavorati corrispondenti ai più recenti ingressi in magazzino. Ne risulta che la rappresentazione del magazzino può essere irrealistica (datata) in quanto rimangono da contabilizzare i prodotti che sono di più antico acquisto, mentre è realistica la rappresentazione dei costi del prodotto finito. La scelta fra i due metodi è rilevante in presenza di elevata dinamica dei costi delle materie prime o dei semilavorati.

LIQUIDAZIONE

La liquidazione di un’impresa, in caso di semplice conclusione delle attività consiste nell’incassare le somme cui l’impresa ha diritto, pagare quanto dovuto, vendere al meglio le immobilizzazioni e distribuire pro-quota ai soci la somma residua. In caso di difficoltà, non così gravi da comportare automaticamente il fallimento, si procede a una gestione temporanea di attività e passività (Amministrazione controllata) mirata a superare la situazione di crisi. Sia in Amministrazione controllata sia in caso di fallimento, obiettivo primario è restituire, almeno in parte quanto spetta ai creditori. In questi casi è esercitata dal Tribunale un’azione di sorveglianza e si persegue il consenso di creditori.

Liquidazione coatta amministrativa

Provvedimento con cui il Ministero del tesoro, del bilancio e della programmazione economica, su proposta della Banca d'Italia o della Consob, ciascuna per le materie di propria competenza, dispone con decreto la revoca dell'autorizzazione all'esercizio dell'attività e la messa in liquidazione delle Sim, delle società di gestione del risparmio e delle Sicav (art. 57, comma 1, Tuf). Il provvedimento, che può essere assunto anche quando sia in corso l'amministrazione straordinaria (V.) o la liquidazione secondo le norme ordinarie, è adottato quando le irregolarità nell'amministrazione ovvero le violazioni delle disposizioni legislative, amministrative o statutarie o le perdite previste siano di eccezionale gravità. Le funzioni amministrative e di controllo sono svolte da uno o più commissari liquidatori e da un comitato di sorveglianza nominato dalla Banca d'Italia. Il provvedimento può altresì essere assunto nei confronti delle succursali italiane di imprese di investimento extracomunitarie nonché, quando sia stata revocata l'autorizzazione all'attività da parte dell'autorità competente dello Stato membro di origine, nei confronti delle succursali italiane di imprese di investimento comunitarie (art. 58, Tuf). La direzione della procedura e tutti gli adempimenti a essa connessi spettano alla Banca d'Italia.

In tutt’altra accezione, liquidazione è sinonimo di trattamento di fine rapporto (TFR).

LIQUIDITA’

Ammontare delle disponibilità dell’azienda in danaro o in forma agevolmente e rapidamente convertibile in danaro. Questa voce fa parte delle attività dello stato patrimoniale e più precisamente del capitale circolante.

Il codice civile precisa quali voci compongono la liquidità:

1) depositi bancari e postali;

2) assegni;

3) danaro e valori in cassa.

LINEA DI PRODOTTO

18/11/2002

Document info
Document views307
Page views307
Page last viewedTue Jan 24 09:24:50 UTC 2017
Pages82
Paragraphs1460
Words27465

Comments