X hits on this document

Word document

BOZZA INCOMPLETA - page 81 / 82

229 views

0 shares

0 downloads

0 comments

81 / 82

-

durante la produzione, movimentazione e immagazzinamento;

-

a valle della produzione, confezionamento, immagazzinamento, trasporto, distribuzione.

La logistica è di grande rilievo nell’organizzazione della produzione

Nell’era della globalizzazione assume un ruolo determinante in generale nel commercio internazionale.

Da non confondere con curva logistica in DINAMICA DI UN SISTEMA

LOTTO OTTIMALE D’ORDINE (O DI APPROVVIGIONAMENTO)

Nella gestione del magazzino (e più in generale con riferimento all’ottimizzazione della logistica) di un’azienda si pone la questione della frequenza con la quale conviene alimentare il magazzino delle materie prime (e conseguentemente del numero n di ordini da effettuare in un dato periodo). Questa decisione (quanto o ordinare) è connessa con la questione del livello d’ordine (quando ordinare).

Ovviamente vale al relazione Q = n q dove Q è la quantità totale di materie prime necessaria nel periodo assegnato e q è la  quantità ordinata ciascuna volta (lotto d’ordine).

Obiettivo dell’imprenditore è minimizzare il costo totale della gestione del magazzino che sarà composto da due addendi:

-

uno relativo allo stoccaggio nel magazzino e quindi proporzionale alla quantità in esso contenuta a causa di voci quali il valore dei locali impiegati, la vigilanza , l’eventuale condizionamento e gli oneri finanziari conseguenti all’immobilizzo del contro valore del magazzino;

-

l’altro relativo all’operazione di approvvigionamento (gestione amministrativa dell’ordine; invio del mezzo per il ritiro; operazione di stoccaggio in magazzino e simili).

La prima voce sarà proporzionale al lotto d’ordine secondo un’espressione del tipo C1 = h . q, mentre la seconda sarà proporzionale al numero di ordini da effettuare secondo un’espressione del tipo C2 = k . n  ovvero C2 = k  . Q / q .  Il costo totale da minimizzare scegliendo un opportuno valore di q sarà:

C    =    h . q + k  . Q / q    ;  ponendo uguale a zero la sua derivata si ottiene :

                                                           _______

h   –   k  . Q / q2  =  0   ovvero   q = k .Q / h

Comprensibilmente il lotto d’ordine aumenterà con il consumo annuo di materie prime Q e con il costo unitario di approvvigionamento k mentre diminuirà con il costo unitario di stoccaggio h .

LOTTO OTTIMALE DI PRODUZIONE

Nel caso di produzione a magazzino con flusso intermittente su di una stessa linea impianto o macchina si producono alternativamente  più tipi di prodotti o componenti, in modo discontinuo (lotti, in inglese batch); è questo il caso di molte imprese manifatturiere. Ciò richiede tempi di disattrezzaggio e riattrezzaggio delle macchine ad ogni cambiamento. Ne discende la necessità di determinare il quantitativo più conveniente (lotto ottimale di produzione o lotto economico) bilanciando due effetti:

costi di avviamento (o set-up) dipendenti dal numero dei lotti, in quanto sostenuti in misura costante, ogni volta che si cambia lotto;

18/11/2002

Document info
Document views229
Page views229
Page last viewedSun Dec 11 04:37:31 UTC 2016
Pages82
Paragraphs1460
Words27465

Comments