X hits on this document

71 views

0 shares

0 downloads

0 comments

3 / 32

Tipicità

caratteristica delle manifestazioni, delle situazioni e dei comportamenti espressamente individuati e regolati dalla legge. Accanto a questa tipicità, che si definisce legale, si riconosce una tipicità sociale, che ricorre quando determinati comportamenti sono generalizzati e reiterati, ma non ancora disciplinati giuridicamente.

Diritto assoluto

complesso di poteri e facoltà che si possono far valere nei confronti di chiunque, cui corrisponde il dovere di astenersi dalle turbative o dalle molestie.

Caratteri

Alcuni caratteri dei diritti della personalità sono specifici in quanto direttamente riferibili all'inerenza di tali diritti alla sfera della personalità.

Nella Dichiarazione Universale dei diritti dell'Uomo, approvata dall'ONU nel 1948, all'indomani della seconda guerra mondiale, e nella Convenzione Europea dei diritti dell'Uomo, sottoscritta nel 1950, vengono riconosciuti e tutelati in via di principio i diritti umani, che in massima parte coincidono con la categoria dei diritti della personalità. La medesima coincidenza si verifica fra i diritti della personalità e i diritti fondamentali il cui riconoscimento e la cui tutela saranno recepiti nella futura Costituzione europea, provenendo dalla Carta di Nizza.

Questi atti internazionali, che rappresentano una guida e un indirizzo per gli ordinamenti delle nazioni aderenti, contribuiscono alla definizione dei caratteri tipici dei diritti della personalità e alla loro collocazione nei sistemi giuridici contemporanei.

Per il rilievo teorico e pratico che rivestono meritano considerazione i caratteri della essenzialità, inviolabilità e universalità.

Essenzialità significa che la soppressione o la limitazione dei diritti della personalità fa venir meno uno dei fondamenti dell'ordinamento giuridico. Sotto questo aspetto i diritti della personalità sono denominati anche diritti fondamentali.

L'inviolabilità, richiamata in molte norme della Costituzione italiana, a partire dall'art. 2 Cost., segnala che la tutela dei diritti in questione è garantita a fronte di qualunque soggetto pubblico e privato, financo il legislatore. L'inviolabilità comporta l'antigiuridicità di qualsiasi atto o norma di segno contrario.

L'universalità indica l'estensione dei diritti della personalità oltre i confini della cittadinanza e della nazionalità. L'art. 16 delle disposizioni preliminari al codice civile subordina il godimento dei diritti civili dello straniero alla condizione di reciprocità, cioè alla circostanza che lo Stato di origine dello straniero riconosca i medesimi diritti al cittadino italiano. Questa norma non può ritenersi applicabile ai diritti della personalità che rientrano nell'esercizio delle «libertà democratiche» la cui violazione giustifica il diritto di asilo nel territorio della Repubblica secondo l'art. 10, 3° co., Cost.

Distinzioni

I diritti personali si distinguono dai diritti patrimoniali nel senso che il loro contenuto tipico è estraneo alla sfera patrimoniale del soggetto titolare.

Il diritto alla salute o il diritto all'immagine possono essere suscettibili di valutazione economica e oggetto di accordo contrattuale (assicurazione, vendita, ecc.), oltre che di risarcimento monetario (artt. 2043 e 2059 c.c.); ma il fondamento del loro riconoscimento e della loro tutela non risiede nella loro valutabilità in termini economici bensì nella inerenza dell'interesse sottostante alla sfera della personalità.

Sotto questo aspetto i diritti della personalità si distinguono sia dai diritti reali sia dai diritti di credito.

In quanto inerenti alla persona tali diritti nascono e si estinguono normalmente con la nascita e la morte del soggetto; non appartengono alla categoria dei diritti trasmissibili che coincide in generale con la categoria dei diritti patrimoniali. L'esercizio di alcuni diritti personali, come il diritto al nome o il diritto alla salute, è consentito comunque a particolari soggetti legati al titolare da relazioni di natura personale e non patrimoniale, quando il medesimo titolare è impossibilitato ad esercitarli. Il consenso a che il medico possa somministrare le cure urgenti e necessarie alla persona in stato di incoscienza, ad esempio, è dato dai familiari.

Document info
Document views71
Page views71
Page last viewedSun Dec 04 22:03:36 UTC 2016
Pages32
Paragraphs468
Words17983

Comments