X hits on this document

Word document

Figure di parola e di pensiero - page 23 / 50

123 views

0 shares

0 downloads

0 comments

23 / 50

(G. Carducci, Alla stazione in una mattina d'autunno, 29-31) La terra ansante, livida, in sussulto; il cielo ingombro, tragico, disfatto: (G. Pascoli, Il lampo, 2-3) Palpita, sale, si gonfia, s'incurva, s'alluma, propende. (G. D'Annunzio, L'onda, 30-32)

Ripetizione

Consiste nel ripetere, ad intervalli, due o più volte una o più parole. Sennuccio, i' vo' che sappi in qual manera trattato sono e qual vita è la mia: ardomi e struggo ancor com'io solia, l'aura mi volve, e son pur quel ch'i' m'era. Qui tutta umile e qui la vidi altera, or aspra or piana, or dispietata or pia; or vestirsi onestate or leggiadria, or mansueta or disdegnosa e fera. Qui cantò dolcemente, e qui s'assise, qui si rivolse, e qui rattenne il passo, qui co' begli occhi mi trafisse il core; qui disse una parola, e qui sorrise, qui cangiò il viso. In questi pensier, lasso, notte e dì tiemmi il signor nostro Amore. (F. Petrarca, Canzoniere, CXII) Sia destin ciò ch'io voglio: altri disperso sen vada errando, altri rimanga ucciso, altri, in cure d'amor lascive immerso, idol si faccia un dolce sguardo e un riso; (T. Tasso, Gerusalemme liberata, IV, 129-132) e corri, corri, corri! con la scure corri e co' dardi, con la clava e l'asta; corri! minaccia gl'itali penati Annibal diro. (G. Carducci, Alle fonti del Clitumno, 65-68) Non vogliamo ricordare vino e grano, monte e piano, la capanna, il focolare, mamma, bimbi... Fate piano!

Document info
Document views123
Page views123
Page last viewedFri Dec 02 18:37:57 UTC 2016
Pages50
Paragraphs254
Words9041

Comments