X hits on this document

Word document

Figure di parola e di pensiero - page 3 / 50

125 views

0 shares

0 downloads

0 comments

3 / 50

Personificazione - Prosopopea

Personificazione: consiste nell’attribuire a cose e ad animali azioni o sentimenti umani. Prosopopea: affine alla personificazione consiste nell’attribuire prerogative umane a cose o a concetti inanimati o astratti, facendoli parlare o rivolgendo loro la parola. Personificazione D’Achille i cavalli intanto, veduto il loro auriga dalla lancia di Ettore nella polvere abbattuto, lontano dalla battaglia erano là piangenti. (Omero, Iliade, Libro XVII, vv 540-543; trad. Lorenzo De Ninis)   … e da le aurate volte a lei impietosita eco rispose(G. Parini, Il giorno, Il mezzogiorno, vv528-529)   Febbraio è sbarazzino. Questo mese è un ragazzo fastidioso, irritante, che mette a soqquadro la casa,… (V. Cardarelli, Febbraio, v 1; vv8-11)   Oh quei fanali come s’inseguono accidiosi là dietro gli alberi, tra i rami stillanti di pioggia sbadigliando la luce su ‘l fango! (G. Carducci, Alla stazione in una mattina d’autunno, vv3-4)   Là, presso le allegre ranelle, singhiozza monotono un rivo. (G. Pascoli, La mia sera, vv11-12)   Da un pezzo si tacquero i gridi: là sola una casa bisbiglia. (G. Pascoli, Il gelsomino notturno, vv5-6)   Mentre il cipresso nella notte nera scagliasi al vento, piange alla bufera. (G. Pascoli, Fides, vv7-8)   Sul sentiero bruciato ho visto il buon lucertolone (goccia di coccodrillo) meditare. (F. Garcia Lorca, La lucertola vecchia, vv1-4)

E’ giù, nel cortile, la povera fontana malata; che spasimo! sentirla tossire.

Document info
Document views125
Page views125
Page last viewedSat Dec 03 02:49:35 UTC 2016
Pages50
Paragraphs254
Words9041

Comments