X hits on this document

Word document

Figure di parola e di pensiero - page 30 / 50

184 views

0 shares

0 downloads

0 comments

30 / 50

Consiste nell'accostare proposizioni o loro membri senza l'uso delle congiunzioni. Diverse lingue, orribili favelle, parole di dolore, accenti d'ira, voci alte e fioche, e suon di man con elle. (Dante, Inferno, III, 25-27) Vegghio, penso, ardo, piango, e chi mi sface [...] (Francesco Petrarca, Canzoniere, CLXIV, v 5) Spesso in conviti, e sempre stanno in feste, in giostre, in lotte, in scene, in bagno, in danza: or presso ai fonti, all'ombre de' poggietti, leggon d'antiqui gli amorosi detti. (Ludovico Ariosto, Orlando furioso, VII, st. 31) Ma che non puote il tempo? e che non puote, servendo, meritando, supplicando, fare un fedele ed importuno amante? (Torquato Tasso, Aminta, Atto I, Scena I, 65-67) Dagli atri muscosi, dai Fori cadenti, dai boschi, dall'arse fucine stridenti, dai solchi bagnati di servo sudor, un volgo disperso repente si desta; (Alessandro Manzoni, Dagli atrii muscosi..., Adelchi,Atto III, Coro, 1-4) Già la corte, il ministero, il soldato, il birro, il clero, manda il morto al diavolo. (Giuseppe Giusti, Il dies ira e, 16-18) Esili foglie, magri rami, cavo tronco, distorte barbe, piccol frutto, ecco, e un nume ineffabile risplende nel suo pallore! (Gabriele D'Annunzio, L'ulivo, 9-12) ella dolce ella grave ella pia, corregge conforta consiglia. (Giovanni Pascoli, Sorella, 3-4)

Polisindeto

Document info
Document views184
Page views184
Page last viewedThu Jan 19 10:43:36 UTC 2017
Pages50
Paragraphs254
Words9041

Comments