X hits on this document

Word document

Figure di parola e di pensiero - page 34 / 50

140 views

0 shares

0 downloads

0 comments

34 / 50

i' so' colei che ti die' tanta guerra, et compie' mia giornata inanzi sera                  (morii prematuramente) (F. Petrarca, Levommi il mio penser in parte ov'era, vv 7-8) Ma il primo lustro a pena era varcato dal dì ch'ella spogliossi il mortal velo,              (corpo umano) (T. Tasso, Gerusalemme liberata, C. IV, vv 289-290) Forse tu fra plebei tumuli guardi vagolando, ove dorma il sacro capo                (sia seppellito) del tuo Parini?... (U. Foscolo, Dei Sepolcri, vv 70-72) Ei t'ode; oh ciel! tu manchi! ed io...                 (muori) in servitude a piangerti rimango. (A. Manzoni, Adelchi, Atto V, Scena VIII, vv 84-85) ... Ivi danzando; in fronte la gioia ti splendea, splendea negli occhi quel confidente immaginar, quel lume di gioventù, quando spegneali il fato, e giacevi. Ahi Nerina! In cor mi regna             (eri morta) l'antico amor... (G. Leopardi, Le ricordanze, vv 153-158) E dimani cadrò. Ma di lontano                        (morirò) pace dicono al cuor le tue colline (G. Carducci, Traversando la Maremma toscana, vv 11-12)

Antitesi

Consiste nell'accostare due parole o concetti di senso opposto. - Vergine Madre, figlia del tuo figlio, umile e alta più che creatura, termine fisso d'etterno consiglio,...- (Dante, Paradiso, C. XXXIII, vv 1-3) Vano error vi lusinga: poco vedete, et parvi veder molto, ché 'n cor venale amor cercate o fede. (F. Petrarca, Italia mia, benché 'l parlar sia indarno, vv 23-25)

Document info
Document views140
Page views140
Page last viewedTue Dec 06 13:14:07 UTC 2016
Pages50
Paragraphs254
Words9041

Comments