X hits on this document

Word document

Figure di parola e di pensiero - page 36 / 50

161 views

0 shares

0 downloads

0 comments

36 / 50

(come affatto costui tutte le invole) non escon fuor sì che le veggia il sole. (Ludovico Ariosto, Orlando furioso, IV, 45-48) - Vienne in disparte pur tu, che omicida sei de' giganti solo e de gli eroi; l'uccisor de le femmine ti sfida - (Torquato Tasso, Gerusalemme liberata, XIX, st. 5) Ardirò ancor tra i desinari illustri sul meriggio innoltrarmi umil cantore, poiché troppa di te cura mi punge, signor, ch'io spero un dì veder maestro e dittator di graziosi modi all'alma gioventù che Italia onora. (Giuseppe Parini, Il giorno, Il Mezzogiorno, 1-6) Pene tu spargi a larga mano; il duolo spontaneo sorge: e di piacer, quel tanto che per mostro e miracolo talvolta nasce d'affanno è gran guadagno. Umana prole cara agli eterni! [...] (Giacomo Leopardi, La quiete dopo la tempesta, 47-51) Ah, intendo: il suo cervel, Dio lo riposi, in tutt'altre faccende affaccendato, a questa roba è morto e sotterrato. (Giuseppe Giusti, Sant'Ambrogio, 24-26)

Document info
Document views161
Page views161
Page last viewedSun Dec 11 14:20:29 UTC 2016
Pages50
Paragraphs254
Words9041

Comments