X hits on this document

Word document

Figure di parola e di pensiero - page 43 / 50

145 views

0 shares

0 downloads

0 comments

43 / 50

Epifonema

Consiste nell'esprimere un motto sentenzioso che, solitamente, chiude con enfasi un discorso. Noi andavam con li dieci demoni. Ahi fiera compagnia! Ma nella chiesa coi Santi, e in taverna co' ghiottoni. (Dante, Inferno, XXII, 13-15) [...] i dì miei fur sì chiari, or son sì foschi, come Morte che 'l fa: così nel mondo sua ventura à ciascun dal dì che nasce! (Francesco Petrarca, Canzoniere, CCCIII, 12-14) E pur la segue ancor il desir vano, e nel seguirla se stesso alosinga, dicendo: Il tempo alfine il tutto acquista. (Matteo Maria Boiardo, Amorum liber tertius, CXLI, 12-14) Quant'è bella giovinezza, che si fugge tuttavia! Chi vuol esser lieto, sia: di doman non c'è certezza. (Lorenzo il Magnifico, Canzona di Bacco, 1-4) Oh sommo Dio, come i giudici umani spesso offuscati son da un nembo oscuro! i modi di Bireno empii e profani, pietosi e santi riputati furo. (Ludovico Ariosto, Orlando furioso, X, XV) Vede Tancredi in maggior copia il sangue del suo nemico e sé non tanto offeso; ne gode e insuperbisce. Oh nostra folle mente, ch'ogn'aura di fortuna estolle! (Torquato Tasso, Gerusalemme liberata, XII, 461-464) Oh figlia! ... Or, taci: non far, ch'io pianga. Vinto re non piange. Abner, salvala, va: ma, se pur mai ella cadesse infra nemiche mani, deh! non dir, no, che di Saulle è figlia; (Vittorio Alfieri, Saul, Scena IV, 204-208)

ESEMPI PRATICI

Document info
Document views145
Page views145
Page last viewedWed Dec 07 16:27:52 UTC 2016
Pages50
Paragraphs254
Words9041

Comments