X hits on this document

Word document

Comunicato Ufficiale N° 34 del 16/01/2002 - page 50 / 54

297 views

0 shares

0 downloads

0 comments

50 / 54

L’appellante si limita a negare di avere assunto la condotta, che egli stesso definisce grave, senza tuttavia fornire alcuna diversa plausibile rappresentazione dei fatti, che assumono rilevanza così come descritte negli atti ufficiali, secondo il regolamento di disciplina;

L’appellante indica poi alcuni testi di parte e chiede il confronto con il Direttore di gara, non considerando che tal incombenti istruttori non sono ammessi dal regolamento di disciplina;

Ciò posto va aggiunto che l’entità della sanzione appare adeguata, anche considerando il ruolo tecnico del Sig. Lentini, al quale va perciò richiesta una maggiore moderazione e rettitudine sportiva;

P.Q.M.

DELIBERA:

di respingere l’appello come sopra proposto;

di rimettere gli atti al Sig. Presidente del Comitato Regionale per quanto di dovere circa gli aspetti che esorbitano la competenza disciplinare sportiva;

di rimettere altresì copia degli atti al Settore Tecnico per quanto di competenza di quest’Organo;

di incamerare la tassa reclamo (E. 51,65)

A.S. ALBATROS di Mirabella Imbaccari - (avverso squalifiche calciatori Mannia Antonio fino al 28.12.2003 e Gona Salvatore fino al 31.03.2002 - GARA ALBATROS/ARDOR SALES del 28.11.2001 - CAMPIONATO JUNIORES PROVINCIALE CATANIA) - Proc. n. 121/A

L’appellante riconosce i fatti e chiede riduzione delle sanzioni, scusandosi per l’accaduto, insistendo sulla giovane età dei calciatori interessati;

La Commissione Disciplinare, letti gli atti ufficiali di gara, osserva:

34.1122

Nessuna contestazione è stata riferita ai fatti accaduti, che sono quelli di cui alla descrizione di referto;

Le sanzioni vengono rideterminate come in dispositivo, tenuto conto della giovane età dei calciatori interessati, a monito di comportamenti futuri più adeguati al fatto sportivo;

P.Q.M.

DELIBERA:

di determinare a tutto il 30.06.2003 la sanzione a carico del calciatore Mannia Antonio;

di determinare a tutto il 28.02.2002 la sanzione a carico del calciatore Gona Salvatore;

senza addebito di tassa.

A.C.R. NASITANA di Naso - (avverso squalifica per otto gare calciatore Causerano Gino - GARA PORTICELLO/NASITANA dell’ 8.12.2001 - CAMPIONATO DI PRIMA CATEGORIA GIR. “A”) - Proc. n. 135/A

L’appellante chiede una sensibile riduzione della squalifica inflitta al calciatore Causerano dal Giudice Sportivo, ritenendola eccessiva e sproporzionata;

La Commissione Disciplinare, letti gli atti ufficiali di gara, osserva:

Contrariamente a quanto asserito dall’appellante il “contegno” tenuto dal calciatore è apparso al direttore di gara concretamente aggressivo;

Neppure è accettabile l’affermazione difensiva circa la inesistenza del “tentativo” di aggressione, considerato che il direttore di gara riferisce di reiterati tentativi resi vani dall’intervento di altri calciatori;

Va poi aggiunto che se i ”tentativi” avessero avuto esito, ben più grave sarebbe stata la sanzione, che va contenuta come in dispositivo avuto riguardo alla assenza di conseguenze di sorta;

P.Q.M.

DELIBERA:

di determinare in sei giornata di gara la sanzione a carico del calciatore Causerano Gino (Nasitana);

senza addebito di tassa

S.I.R. FOOTALL CLUB di Pace del Mela - (avverso squalifica calciatore Milicia Nicola per cinque gare - GARA S.I.R. F.C./S.MARGHERITA del 15.12.2001 - CAMPIONATO DI PROMOZIONE GIR.”B” - C.U. n. 31 del 19.12.2001) - Proc. n. 137/A

Document info
Document views297
Page views353
Page last viewedWed Dec 07 11:15:42 UTC 2016
Pages54
Paragraphs3203
Words18399

Comments