X hits on this document

51 views

0 shares

0 downloads

0 comments

11 / 20

LA SUCCESSIONE LEGITTIMA

Si verifica nel caso in cui non vi sia testamento; in tal caso è la legge a stabilire chi e in che misura deve ereditare. Ovviamente sono privilegiati i gradi di parentela più prossimi infatti, i parenti che possono succedere, sono classificati in tre ordini successivi:

DISCENDENTI: figli (legittimi, adottivi, naturali) e nipoti (di nonno c.d. “nipote abiatico”);

ASCENDENTI (padre, madre, nonno) – FRATELLISORELLE;

ALTRI PARENTI FINO AL SESTO GRADO.

Oltre il sesto grado di parentela succede lo Stato (che accetta sempre con beneficio di inventario)

REGOLA: all’interno di ciascun ordine il grado più prossimo esclude il più remoto (es. se esistono dei figli escludono i nipoti che pure rientrano nello stesso ordine dei discendenti).

Il CONIUGE concorre (eredita insieme ai…) con i discendenti, gli ascendenti, i fratelli e le sorelle esclude gli altri parenti fino al sesto grado

N.b. Il coniuge separato (purchè non separato con definitivo addebito) ma non divorziato mantiene gli stessi diritti successori.

N.B. Il coniuge divorziato se al momento della morte godeva di un assegno a carico dell’altro ha diritto di ottenere un analogo assegno a carico dell’eredità se in stato di bisogno. Se si sposa perde questo diritto

Document info
Document views51
Page views51
Page last viewedFri Dec 09 08:08:48 UTC 2016
Pages20
Paragraphs271
Words3630

Comments