X hits on this document

Word document

LexUriServ.do?uri=COM:2004:0391:FIN:IT:DOC - page 197 / 214

644 views

0 shares

0 downloads

0 comments

197 / 214

ALLEGATO X Modalità di controllo specifiche relative ai vari tipi di frontiera e i diversi mezzi di trasporto utilizzati per l’attraversamento delle frontiere esterne

1. Frontiere terrestri 

1.1. Controllo del traffico stradale

1.1.1. Per garantire un controllo efficace delle persone e assicurare, nel contempo, che il traffico stradale sia scorrevole e sicuro, la circolazione ai valichi di frontiera deve essere opportunamente regolata. Se necessario, saranno adottate misure che canalizzino o che blocchino il traffico, tenuto conto degli accordi relativi agli uffici ove si effettuano controlli giustapposti.

1.1.2. Alle frontiere terrestri, gli Stati membri possono, se lo ritengono appropriato e se le circostanze lo consentono, predisporre dei corridoi od organizzare file di controllo separate a determinati valichi di frontiera autorizzati, conformemente all’articolo 8.

L'utilizzo dei corridoi o delle file separate può essere sospeso in ogni momento dalle autorità competenti degli Stati membri, in circostanze eccezionali e quando la situazione del traffico e lo stato delle infrastrutture lo richiedano.

Gli Stati membri possono cooperare con i paesi vicini per l’allestimento dei corridoi e delle file separate ai valichi di frontiera esterni.

1.1.3. Se uno Stato membro decide di allestire corsie od organizzare file separate, si applicano le disposizioni dell’articolo 8, paragrafi 2 e 3, sulle indicazioni minime da usare nella segnaletica.

Allo stesso modo, possono essere previste ed allestite corsie specifiche per le persone che beneficiano del regime del traffico di frontiera locale.

1.1.4. Le persone che viaggiano a bordo di autoveicoli possono, di regola, rimanere nel veicolo durante il controllo. Il controllo ha luogo, di norma, al di fuori della pensilina, accanto all'autoveicolo. Controlli approfonditi dovranno aver luogo, se le condizioni locali lo consentono, ai bordi della carreggiata in apposite piazzuole. Per motivi di sicurezza del personale, i controlli dovranno essere effettuati almeno da due guardie di frontiera.

In caso di traffico intenso, e a condizione che le condizioni locali lo consentano, si effettuerà, innanzitutto, il controllo dei passeggeri degli autobus di linea locali.

1.2. Controllo del traffico ferroviario

1.2.1. Il controllo del traffico ferroviario può avere luogo in due modi:

durante lo stazionamento nella prima stazione di arrivo sul territorio di uno Stato membro;

nel treno, durante il viaggio stesso.

Questo controllo deve essere eseguito tenendo conto delle disposizioni degli accordi relativi agli uffici nazionali ove si effettuano controlli giustapposti.

1.2.2. Al fine di agevolare il traffico ferroviario internazionale di treni passeggeri, gli Stati interessati direttamente dalla tratta del treno possono, di comune accordo, decidere che il controllo sia effettuato nelle singole stazioni di destinazione e/o sul treno durante la corsa fra tali stazioni, nella misura in cui i passeggeri restano a bordo del treno.

IT197IT

Document info
Document views644
Page views644
Page last viewedSat Dec 10 16:43:03 UTC 2016
Pages214
Paragraphs4808
Words45355

Comments