X hits on this document

Word document

LexUriServ.do?uri=COM:2004:0391:FIN:IT:DOC - page 202 / 214

610 views

0 shares

0 downloads

0 comments

202 / 214

o un’ispezione del naviglio.

3.2.6. Se l'ingresso di un naviglio da diporto avviene eccezionalmente in un porto che non è un punto di passaggio autorizzato, le autorità di controllo dovranno essere avvisate se possibile prima dell'ingresso o, in ogni caso, al momento dell'arrivo del naviglio. La segnalazione della presenza dei passeggeri viene effettuata presso le autorità locali con il deposito dell'elenco delle persone a bordo. Tale elenco è a disposizione delle autorità di controllo.

Allo stesso modo, se per motivi di forza maggiore l'imbarcazione è obbligata ad accostare in un porto che non è un punto di passaggio autorizzato, le autorità del porto devono prendere contatto con le autorità del porto d'ingresso autorizzato più vicino per segnalare la presenza del naviglio.

3.2.7. All'atto del controllo, dovrà essere consegnato un documento in cui saranno riportate tutte le caratteristiche tecniche nonché il nome delle persone che si trovano a bordo. Una copia di tale documento è consegnata alle autorità dei porti d'ingresso e di uscita autorizzati. Un esemplare di tale elenco dovrà essere conservato con i documenti di bordo finché la nave resta nelle acque territoriali di uno Stato membro.

Pesca costiera

3.2.8. L'equipaggio a bordo di navi che esercitano è la pesca costiera e che, in linea di principio, ritornano quotidianamente nel porto di immatricolazione della nave stessa o in un altro porto situato nel territorio degli Stati membri, senza gettare l'ancora in un porto situato nel territorio di Stati terzi, non è sottoposto a controllo sistematico. Tuttavia, in particolare se le coste di uno Stato terzo si trovano nelle immediate vicinanze del territorio di uno Stato membro, deve tenersi conto della valutazione dei rischi in materia di immigrazione clandestina per determinare la frequenza dei controlli per sondaggio da effettuarsi. A seconda di tali rischi, devono essere effettuati controlli personali e/o un’ispezione del naviglio.

3.2.9. L'equipaggio a bordo di una nave che esercita la pesca costiera e che non è immatricolata in un porto situato nel territorio delle parti contraenti, è sottoposto a controllo conformemente alle disposizioni relative ai marittimi.

Il comandante della nave è tenuto ad indicare, se del caso, qualsiasi modifica dell'elenco del suo equipaggio o l'eventuale presenza di passeggeri alle autorità competenti.

Traghetti che non effettuano collegamenti regolari

3.2.10. Sono sottoposti a controllo i passeggeri dei traghetti che non effettuano collegamenti regolari ai sensi dell’articolo 2; si applicano le seguenti disposizioni:

a)il controllo dei cittadini di paesi terzi, e quello dei beneficiari del diritto comunitario alla libera circolazione, devono essere eseguiti separatamente. Devono essere effettuati, ove possibile, opportuni adeguamenti infrastrutturali, ai sensi dell’articolo 8;

b)i passeggeri che non viaggiano a bordo di un' auto (passeggeri a piedi) devono essere controllati separatamente;

c)il controllo degli occupanti di un'auto che viaggia per turismo avviene nel veicolo stesso;

d)i passeggeri di autobus sono trattati allo stesso modo dei passeggeri a piedi. Essi devono lasciare l'autobus al fine di sottoporsi ai controlli;

IT202IT

Document info
Document views610
Page views610
Page last viewedThu Dec 08 21:35:16 UTC 2016
Pages214
Paragraphs4808
Words45355

Comments