X hits on this document

Word document

LexUriServ.do?uri=COM:2004:0391:FIN:IT:DOC - page 204 / 214

592 views

0 shares

0 downloads

0 comments

204 / 214

ALLEGATO XI Regimi speciali per determinate categorie di persone

1. Piloti di aeronavi e altri membri dell’equipaggio

1.1. I titolari di una licenza di pilota o di un tesserino di membro di equipaggio ("Crew Member Certificate"), previsti all'allegato 9 della convenzione sull'aviazione civile del 7 dicembre 1944, possono, nell'esercizio delle loro funzioni e sulla base di tali documenti:

- imbarcarsi e sbarcare nell’aeroporto di scalo o di destinazione situato sul territorio di uno Stato membro;

- recarsi sul territorio del comune ove si trova l’aeroporto di scalo o di destinazione situato sul territorio di uno Stato membro;

- raggiungere, con ogni mezzo di trasporto, un aeroporto situato sul territorio di uno Stato membro al fine di imbarcarsi su un aereo in partenza da tale aeroporto:

1.2. Ai controlli degli equipaggi di aeronavi si applicano le disposizioni degli articoli da 6 a 11. Per quanto possibile, il controllo del personale di volo deve essere effettuato prioritariamente. Ciò significa che tale controllo deve essere effettuato prima di quello dei passeggeri in appositi posti di controllo. L'equipaggio di volo, conosciuto dal personale di controllo nell'esercizio delle sue funzioni, può essere oggetto solo di un controllo per sondaggio.

2. Marittimi

2.1. I marittimi in possesso di un «documento di identità dei marittimi», rilasciato ai sensi della convenzione di Ginevra del 19 giugno 2003 (n. 185) e della convenzione di Londra del 9 aprile 1965, nonché in base alle pertinenti disposizioni nazionali, possono recarsi a terra per soggiornare nella località del porto ove la loro nave fa scalo o nei comuni limitrofi, senza presentarsi ad un posto di frontiera, a condizione che essi figurino sul ruolo di equipaggio, precedentemente sottoposto a controllo da parte delle autorità competenti, della nave di appartenenza.

In base alla valutazione dei rischi, in particolare in materia di immigrazione clandestina e di sicurezza, deve altresì essere effettuato un controllo visivo dei marittimi da parte delle autorità competenti prima del loro sbarco.

Se un marittimo costituisce un pericolo per l'ordine pubblico, la sicurezza nazionale o la salute pubblica, può essergli rifiutato il diritto di recarsi a terra.

2.2. I marittimi che desiderano soggiornare al di fuori delle città prossime ai porti, devono soddisfare le condizioni di ingresso nel territorio degli Stati membri quali previste dall’articolo 5, paragrafo 1.

2.3. In deroga alle disposizioni del punto 2.2, ai titolari del documento d’identità per marittimi potrà essere ugualmente consentito l'ingresso nel territorio degli Stati membri, anche se non soddisfano le condizioni d’ingresso di cui all’articolo 5, paragrafo 1, lettere b) e c), nei seguenti casi:

(a)imbarco a bordo di una nave già attraccata o di prossimo arrivo in un porto degli Stati membri;

(b)transito verso uno Stato terzo o per rientro nello Stato d'origine;

IT204IT

Document info
Document views592
Page views592
Page last viewedWed Dec 07 17:16:44 UTC 2016
Pages214
Paragraphs4808
Words45355

Comments