X hits on this document

Word document

LexUriServ.do?uri=COM:2004:0391:FIN:IT:DOC - page 49 / 214

582 views

0 shares

0 downloads

0 comments

49 / 214

c)esibire, se necessario, i documenti che giustificano lo scopo e le condizioni del soggiorno previsto, compresa la prova di un’assicurazione per il viaggio, e disporre dei mezzi di sussistenza sufficienti, sia per la durata prevista del soggiorno, sia per il ritorno nel paese di provenienza o per il transito verso un terzo Stato nel quale la sua ammissione è garantita, ovvero essere in grado di ottenere legalmente detti mezzi;

d)non essere segnalato ai fini della non ammissione nel sistema d’informazione Schengen (SIS);

e)non essere considerato pericoloso per l'ordine pubblico, la sicurezza interna, la salute pubblica o le relazioni internazionali di uno degli Stati membri.

2.Spetta al cittadino di paesi terzi fornire, a richiesta, il motivo della sua domanda d’ingresso per un soggiorno la cui durata totale non superi i 90 giorni. In caso di dubbio, le guardie di frontiera sono tenute ad esigere la presentazione di pezze e documenti giustificativi.

I giustificativi idonei a verificare il rispetto delle condizioni previste al paragrafo 1 sono precisati all’allegato II.

3.La valutazione dei mezzi di sussistenza si effettua in funzione dello scopo del soggiorno e con riferimento ai prezzi medi in materia di vitto e alloggio. Gli importi di riferimento fissati annualmente da ciascuno Stato membro figurano all’allegato III.

4.I cittadini di paesi terzi che sono in possesso di un titolo di soggiorno valido rilasciato da un altro Stato membro non hanno bisogno di visto per entrare nel territorio degli altri Stati membri.

5.In deroga al paragrafo 1, è ammesso il transito del cittadino di paesi terzi che non soddisfa tutte le condizioni d’ingresso, ma è in possesso di un titolo o di un'autorizzazione di soggiorno o di un visto di ritorno rilasciato da uno degli Stati membri o, se necessario, di entrambi i documenti, affinché possa raggiungere il territorio dello Stato membro che ha rilasciato il titolo o l’autorizzazione di soggiorno o il visto di ritorno, a meno che egli non figuri nell'elenco nazionale delle persone segnalate dallo Stato membro alle cui frontiere esterne egli si presenta e che tale segnalazione sia accompagnata da condotte che si oppongono all’ingresso e al transito.

6.Un cittadino di paesi terzi che non soddisfa le condizioni d’ingresso previste dal paragrafo 1, ma che invoca le disposizioni dell’articolo 11, paragrafo 1, e richiede l’ingresso e il transito attraverso la frontiera esterna di uno Stato membro diverso da quello che accetta, a titolo eccezionale, di accordargli il soggiorno, dovrà essere respinto e lasciato libero di presentarsi alla frontiera di quest’ultimo Stato membro, in vista dell’ingresso sul suo territorio.

7.I titoli e le autorizzazioni di soggiorno menzionate ai paragrafi 4 e 5 comprendono:

a)i titoli di soggiorno rilasciati dagli Stati membri secondo il modello uniforme previsto dal regolamento (CE) n. 1030/2002 del Consiglio59;

59GU L 157 del 15.6.2002, pag. 1.

IT49IT

Document info
Document views582
Page views582
Page last viewedTue Dec 06 20:47:23 UTC 2016
Pages214
Paragraphs4808
Words45355

Comments