X hits on this document

Word document

LexUriServ.do?uri=COM:2004:0391:FIN:IT:DOC - page 50 / 214

548 views

0 shares

0 downloads

0 comments

50 / 214

b)gli altri titoli ed autorizzazioni di soggiorno, nonché i visti di ritorno, che figurano all’allegato 4 delle Istruzioni consolari comuni60.

Capo II Controllo delle frontiere esterne e rifiuto d’ingresso

Articolo 6 Controllo delle persone ai valichi di frontiera autorizzati

1.La circolazione transfrontaliera alle frontiere esterne è sottoposta al controllo delle guardie di frontiera nazionali. Il controllo è effettuato in base ai paragrafi 2 e 3.

2.Chiunque attraversi la frontiera deve essere sottoposto ad un controllo che consenta di stabilirne l’identità in base alla produzione o all’esibizione dei documenti di viaggio.

Il controllo effettuato da ciascuno Stato membro in conformità con la propria legislazione, specialmente per quanto riguarda la perquisizione. Il controllo può riguardare anche i veicoli e gli oggetti in possesso delle persone che attraversano la frontiera.

3.All'ingresso e all’uscita, i cittadini dei paesi terzi sono sottoposti ad un controllo approfondito.

Il controllo approfondito comporta:

a)la verifica dei documenti di viaggio e delle altre condizioni d'ingresso stabilite all’articolo 5, paragrafo 1, nonché, se del caso, dei documenti che autorizzano il soggiorno e l'esercizio di un’attività professionale;

b)l'individuazione e la prevenzione di minacce per la sicurezza interna, l'ordine pubblico e la salute pubblica degli Stati membri, nonché la constatazione di reati, in particolare attraverso la consultazione diretta delle segnalazioni di persone e oggetti integrati nel sistema d’informazione Schengen (SIS) e negli archivi nazionali di ricerca.

4.Le modalità pratiche relative al controllo previste ai paragrafi 2 e 3 figurano all’allegato IV.

Articolo 7 Snellimento dei controlli

1.In circostanze eccezionali ed impreviste, che esigono misure immediate, i controlli alle frontiere terrestri possono essere snelliti.

2.Se i controlli previsti all’articolo 6 non possono essere effettuati sistematicamente a motivo delle circostanze eccezionali ed impreviste previste al paragrafo 1 del presente articolo, devono essere stabilite delle priorità.

3.Le modalità pratiche relative allo snellimento dei controlli e ai criteri di priorità figurano all’allegato V.

60GU C 313 del 16.12.2002, pag. 1, e GU C 310 del 19.12.2003, pag. 1.

IT50IT

Document info
Document views548
Page views548
Page last viewedMon Dec 05 07:19:42 UTC 2016
Pages214
Paragraphs4808
Words45355

Comments