X hits on this document

498 views

0 shares

0 downloads

0 comments

134 / 212

Poco meno della metà dei nostri intervistati ritiene che nella città venga fatto abbastanza e tanto a favore degli anziani (dati cumulati per le due categorie); soltanto per una parte marginale, pari all’8%, non viene fatto niente ed è da notare la percentuale significativa, corrispondente al 45% del campione, di coloro che ritengono che la città faccia poco a favore della terza età (graf.1).

Graf.1 Secondo gli intervistati, quanto viene fatto nella città a favore degli anziani (valori percentuali)

Dalla constatazione dello stato di fatto passiamo alla fase propositiva che vede gli anziani come protagonisti.

Abbiamo chiesto loro che cosa suggerirebbero se potessero sollecitare un maggiore impegno degli Enti pubblici. Non sorprendentemente, la maggioranza del nostro campione (33%) indirizza le proprie preferenze verso un aumento delle pensioni, una questione da sempre aperta nel vario susseguirsi dei diversi governi. Una quota consistente si esprime invece a favore di una maggiore e più efficiente assistenza domiciliare (20%). Soltanto l’11% degli intervistati vede la costruzione di nuove case di riposo come un intervento necessario e auspicabile (tab.3).

Per quanto riguarda invece il ruolo degli Enti locali, la maggior parte della popolazione anziana vede come estremamente positiva la possibilità di predisporre un pronto intervento medico soltanto per gli anziani e appena l’11% solleciterebbe un maggior

Document info
Document views498
Page views498
Page last viewedWed Dec 07 00:31:43 UTC 2016
Pages212
Paragraphs5981
Words57406

Comments