X hits on this document

747 views

0 shares

0 downloads

0 comments

41 / 212

dell’assistenza a domicilio, anche a tutela dell’autonomia della donna, sulla quale ricade la maggior parte dell’onere dell’assistenza; l’innovazione e la diversificazione dell’offerta di servizi ed interventi integrati e il riconoscimento del diritto dell’anziano a scegliere i servizi e le prestazioni più adeguate.

Tra gli obiettivi di salute del Piano che riguardano gli anziani, gli sforzi della Regione Toscana vanno nella direzione in primo luogo della prevenzione della disabilità, attraverso interventi di prevenzione primaria finalizzati a mantenere la mobilità fisica e psicologica degli anziani; in secondo luogo, si punta sull’allargamento e sulla qualificazione dell’offerta di assistenza domiciliare, da poggiare su una migliore integrazione sanitaria e sociale che prevede l’inserimento del privato e del terzo settore nell’assistenza domiciliare; e, infine, si va nella direzione di un adeguamento e qualificazione dell’offerta residenziale, con una personalizzazione del programma assistenziale e con l’adeguamento e la qualificazione dell’attività residenziale, anche attraverso la revisione dei criteri di accreditamento.

La prevenzione della disabilità è rivolta soprattutto nei confronti delle fasce di anziani a rischio di perdere la propria autonomia per l’insorgere di una patologia acuta o per la progressiva perdita di funzioni. Viene incentivata l’opportunità della permanenza del soggetto nel proprio ambiente sociale e familiare sulla base dell’idea che qualunque disabilità è compatibile con la permanenza al domicilio della persona, purché vi sia una rete familiare, amicale e sociale disponibile a  svolgere le funzioni di cura e soprattutto adeguatamente supportata da programmi assistenziali personalizzati ed appropriati. Nei casi in cui la permanenza al domicilio non sia realizzabile, la Regione Toscana intende valorizzare l’offerta istituzionale per gli anziani disabili in modo da offrire un’assistenza adeguata e dignitosa a coloro che non possono rimanere al proprio domicilio.

2.6 Le forme di assistenza agli anziani nella provincia di Prato

In questo paragrafo ci occupiamo delle principali iniziative di assistenza agli anziani promosse nella provincia di Prato, così come emerge dalla Relazione Sociale 2004.

La forma più importante di assistenza agli anziani è l’inserimento residenziale, che diventa un servizio “sostitutivo” della funzione di cura svolta all’interno della famiglia.

Document info
Document views747
Page views747
Page last viewedSun Jan 22 00:40:10 UTC 2017
Pages212
Paragraphs5981
Words57406

Comments