X hits on this document

508 views

0 shares

0 downloads

0 comments

44 / 212

degli interventi e favorisca la permanenza a domicilio del familiare ammalato. Il progetto si struttura attraverso un servizio di accoglienza nel centro diurno (attivo già dal 1999) e nell’avvio di un servizio di assistenza domiciliare integrata post-diurno per l’accompagnamento della persona al rientro in famiglia.

I ricoveri effettivi nel 2003 sono stati invece 416. I soggetti parzialmente autosufficienti ricoverati rappresentano il 5% del totale. Prevalgono i ricoveri residenziali (46%), mentre i posti diurni sono il 12%. I ricoveri temporanei sono una quota considerevole (42%) e si suddividono in interventi di sollievo (in valore assoluto 55), estivi (52), per riabilitazione (40) e urgenti in R.S.A. extraterritoriali.

Tra i pazienti delle R.S.A. prevalgono di gran lunga le donne (sono il 70% del totale). La distribuzione dei due sessi (tab.16), per quanto riguarda la tipologia della sistemazione, è pressoché omogenea, anche se l’intervento temporaneo estivo è beneficiato più dalle donne (16%) che dagli uomini (5%); per questi ultimi è invece più significativa la quota relativa all’inserimento in posti residenziali (51% contro il 43% femminile).

Per quanto riguarda le classi di età, vediamo che gli interventi che prevedono sistemazioni di tipo residenziale prevalgono maggiormente nella classe di età 75-84 anni. Invece, le permanenze temporanee estive aumentano con l’aumentare dell’età.

Tab.16 Inserimenti nelle Residenze Sanitarie Assistite per sesso e classi di età. Area sociosanitaria pratese, anno 2003 (valori percentuali)

Tipi di intervento

Sesso
Classi di età

M

F

Tot.

Meno di 65

65-74

75-84

85 e oltre

Tot.

Diurni

11,9

11,7

11,7

10,2

24,2

14,0

5,4

11,7

Residenziali

50,8

43,4

45,7

46,1

43,5

47,4

44,8

45,7

Temporanei

32,5

29,0

30,1

38,5

22,5

27,3

33,3

30,1

Tempo. estivi

4,8

15,9

12,5

5,1

9,7

11,4

16,3

12,5

Totale

100,0

100,0

100,0

100,0

100,0

100,0

100,0

100,0

Fonte: Azienda USL 4

Per gli anziani parzialmente sufficienti gli interventi assumono invece la forma dell’assistenza di tipo domiciliare. Questa si realizza con una serie diversificata di interventi. L’assistenza domiciliare può essere solo sociale (non include cioè i dati relativi all’handicap, alle dipendenze e alla salute mentale); integrata in forma diretta;

Document info
Document views508
Page views508
Page last viewedWed Dec 07 14:36:49 UTC 2016
Pages212
Paragraphs5981
Words57406

Comments