X hits on this document

495 views

0 shares

0 downloads

0 comments

74 / 212

6. Il contesto familiare

Come abbiamo appena accennato, la maggioranza dei nostri intervistati vive con il coniuge. Il matrimonio e i figli rappresentano il centro della vita dei nostri intervistati e il contesto familiare riguarda tanto la loro fase giovane della vita quanto quella anziana. Infatti sono molto pochi quelli hanno sperimentato una vita senza matrimonio e ancora meno quelli che hanno vissuto l’esperienza di una separazione o di un divorzio.

Si rilevano comunque notevoli differenze quando consideriamo il sesso degli intervistati (tab.1). La condizione di vedovanza vale molto di più per le donne (43%) che per gli uomini (11%), i quali nella quasi totalità dei casi risultano coniugati (83%) a fronte di una quota molto più bassa di donne coniugate (50%). Il nubilato in età avanzata (9%) è inoltre molto più frequente del celibato (3%).

Tab.1 Stato civile degli intervistati per sesso (valori percentuali)

Stato civile

Sesso

Maschi

Femmine

Celibe/nubile

3,1

9,4

Coniugato/a

83,2

44,9

Convivente

1,5

0,7

Separato/a, divorziato/a

0,7

1,6

Vedovo/a

11,5

43,4

Totale

100,0

100,0

La famiglia rimane un elemento importante anche nell’età anziana. La maggioranza di coloro che hanno avuto dei figli gode della prossimità geografica della residenza dei figli (stessa abitazione, stesso palazzo, stesso quartiere) e quindi del supporto, dell’assistenza o della semplice compagnia che questi possono fornire65. In questo senso

65 Questo dato emerge anche nella ricerca di F. Giovani, I pratesi e la città: donna, famiglia e servizi in un distretto industriale, Quaderni Iris, n.1, Prato, 1998.

Document info
Document views495
Page views495
Page last viewedTue Dec 06 20:45:36 UTC 2016
Pages212
Paragraphs5981
Words57406

Comments